Con noi, per curare gli esclusi




Filo diretto con MVI
line
Filo diretto con MVI
line

● E’ tempo di 5 per mille
Ricordatevi di MVI! GRAZIE

                                                    soli si cammina veloci, ma insieme si va lontano…

Cari soci e amici di Medici Volontari Italiani, è di nuovo tempo di dichiarazione dei redditi. Cercate sul vostro modello (730,CUD, Unico) il riquadro “Scelta per la destinazione del 5 per mille dell’Irpef” e scrivete

                       Medici Volontari Italiani

                   codice fiscale 97232580155                               

E’ un gesto di generosità che, come sapete, a voi non costa nulla. Ma per noi significa davvero molto.

La pandemia ci ha lasciato in eredità, tra l’altro, rilevanti costi imprevisti, difficili da sostenere. E dopo la pandemia siamo caduti vittime di un atto di pirateria informatica  che, di nuovo, ci sta costando molto caro.

Amiche e amici, ci serve più che mai il vostro aiuto.   GRAZIE!   
                                
                                                                                                                       

● Bilancio MVI del 2021
in perdita per 46mila euro 

Registra numeri allarmanti il bilancio di Medici Volontari Italiani del 2021, approvato dall’assemblea dei soci il 17 maggio.

                  

I costi e oneri sostenuti nel periodo sono stati pari a 162.056 euro a fronte di ricavi per 115.552 euro, con un conseguente disavanzo di 46.500 euro. Ma il quadro è anche peggiore di quanto appaia. Il disavanzo effettivo è infatti di oltre 68mila euro e solo il rilascio di un fondo rischi precedentemente costituito, che ha fatto affluire alla gestione 22mila euro, ha consentito di contenere il deficit.

Questo deciso peggioramento dei conti rispetto all’avanzo di 33mila euro del 2020 non è dovuto tanto ad un incremento dei costi, aumentati di 10mila euro in gran parte a causa delle spese straordinarie dovute alla pandemia (ad esempio per acquisto di farmaci e materiale medicale e oneri di smaltimento rifiuti), quanto alla forte diminuzione delle entrate. MVI ha infatti registrato nel 2021 ricavi complessivi inferiori di ben 70mila euro ai 185.916 euro del 2020: una situazione molto difficile a cui hanno contribuito sia il venir meno di 43mila euro di contributi pubblici per progetti (soltanto il Piano freddo per i senza fissa dimora ha mantenuto i precedenti livelli di ricavo) sia i contributi da privati per progetti specifici e donazioni generiche. Si sapeva che la pandemia ha, tra l’altro, influenzato la propensione alla donazione, determinandone un riposizionamento dalle organizzazioni no profit verso la protezione civile, gli ospedali, la ricerca medica. Ma naturalmente ciò non alleggerisce la nostra preoccupazione per la gravità della situazione. L’auspicio è che riprenda presto almeno il flusso di aiuti che arrivano dai privati, e che “tenga” il 5 per mille. Altrimenti, la sopravvivenza stessa della nostra associazione entrerebbe in una zona critica.

N.2022/7 - Ufficio stampa MVI S. Pravettoni 
sergio.pravettoni@medicivolontaritaliani.org