Con noi, per curare gli esclusi




Filo diretto con MVI
line
Filo diretto con MVI
line
Vaccinazioni ai senza dimora: si riprende il 6 settembre

               

Dopo il positivo test del 3 e 4 agosto, la campagna milanese di vaccinazione dei senza dimora riprenderà il 6 settembre e durerà fino a fine mese. Verrà usato il vaccino Janssen, più funzionale in questa operazione perché richiede una sola somministrazione. E noi di Medici Volontari Italiani saremo di nuovo in prima linea.

La campagna, coordinata dal Comune, assessorato Politiche Sociali, in stretta collaborazione con AREU - Agenzia Regionale di Emergenza Urgenza, impegnerà infatti in ora serale, come avvenuto a inizio agosto,  la Croce Rossa Italiana e le tre onlus Medici Volontari Italiani,  Fondazione Progetto Arca, Corpo Italiano Soccorso Ordine di Malta (CISOM).

La vaccinazione avrà luogo tre giorni alla settimana, in base ad un preciso calendario:

  • lunedì 6,13, 20, 27 settembre: CRI e MVI
  • mercoledì 8,15, 22, 29 settembre: ARCA e CISOM 
  • giovedì 9, 16, 23, 30 settembre: ARCA, CRI e MVI 

Medici Volontari Italiani opererà con la sua unità mobile davanti alla stazione Centrale. Il CISOM alla stazione Garibaldi. Fondazione Progetto Arca in San Babila. CRI on the road.

“L’obiettivo è di vaccinare ogni sera da venti a trenta persone (12 siringhe precaricate da AREU per punto vaccinale, salvo situazioni diverse che si dovessero determinare)” dice Alessandro Villa, responsabile del team di MVI. “Il test del 3 e 4 agosto è servito per mettere a punto il processo operativo. In particolare, è stata verificata l’importanza della fase preparatoria: la raccolta preventiva delle liste dei vaccinandi e dei loro dati anagrafici da parte delle associazioni sanitarie e sociali e la distribuzione compatta delle persone al punto vaccinale. Queste operazioni preliminari permettono di dare un assetto ordinato ed efficace al processo e, previo invio dei dati a AREU, di evitare il rischio di doppia vaccinazione”.

“Con questa iniziativa Milano si pone ancora una volta all’avanguardia nell’attenzione agli emarginati, come auspicato recentemente anche dal commissario straordinario generale Figliuolo, e attua un modello esemplare di concreta ed efficace medicina sociale” afferma Faustino Boioli, presidente di Medici Volontari Italiani. “Di questa campagna vaccinale per i senza dimora mi piace sottolineare un aspetto che va oltre l’operazione in sé e che appare in prospettiva molto promettente. Per la prima volta istituzioni e volontariato hanno trovato un terreno comune di intesa e azione coordinata. La “rete” insomma si può fare. E funziona

 

N.16 Ufficio stampa MVI    Sergio Pravettoni  sergio.pravettoni@fastwebnet.it