Con noi, per curare gli esclusi




Filo diretto con MVI
line
Filo diretto con MVI
line
Un codice QR che racconta di noi

La comunicazione cambia velocemente. Diventa sempre più rapida, facilmente accessibile e digitale. Così anche quella di Medici Volontari Italiani si aggiorna per tenere il passo con i tempi.

Abbiamo creato, grazie al nostro socio William Donelli che l’ha pensato e realizzato, un codice QR, ossia un codice a barre bidimensionale, che funziona come porta di accesso unica per tutti i canali di comunicazione utilizzati da MVI: il sito internet, il canale you tube, la posta elettronica, i contatti telefonici….e quanto altro vorremo e sapremo sviluppare in futuro.

Tutti ormai abbiamo imparato a convivere con i codici QR, anche al di là della nostra volontà. In questi anni di pandemia, ad esempio, sono spariti i tradizionali menu cartacei dai tavoli dei ristoranti, sostituiti da un codice a barre che il cliente deve acquisire con il proprio cellulare per conoscere le proposte della casa. Analogamente il QR di MVI consentirà a chiunque di sapere subito, attraverso una semplice foto con il telefonino, chi siamo, cosa facciamo, dove siamo, come contattarci.

Questa novità è stata approvata dall’assemblea della nostra associazione del settembre scorso e ora è iniziata la sua implementazione.

L’idea è di utilizzare il codice QR nel modo più ampio possibile: nelle comunicazioni via posta elettronica, nei documenti ufficiali e sulla nostra carta intestata, negli stampati e manifesti, negli avvisi affissi ad esempio in ambulatorio, come sticker sulla fiancata dell’unità mobile. L’obiettivo è che questo modo di farci conoscere, agile, efficace e moderno, divenga un’abitudine, una strada “normale” per migliorare la visibilità dell’associazione sul territorio ed online.

Del resto non è questa la prima volta che MVI si confronta con il QR. Siamo stati infatti noi, con i nostri partner tecnici, a produrre e mettere a disposizione, in particolare del Comune di Milano, il sistema per la digitalizzazione dei dati sanitari salvavita, contenuti in un codice QR riportato sulla Carta di Identità Salvavita (C.I.S.) e facilmente memorizzabile sul proprio telefonino. La C.I.S, fornita su richiesta dall'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Milano (il nostro sito spiega come chiederla) è un tesserino che riporta i dati anagrafici del portatore, i numeri di telefono da chiamare in caso di emergenza (numeri I.C.E., ossia In Case of Emergency) e i dati salvavita, validati dal medico di Medicina Generale. Un presidio sanitario semplice ma utilissimo in caso di emergenza, soprattutto – ma non solo – per gli anziani che vivono soli, le persone con disabilità, gli emarginati e i senza fissa dimora, di cui è sempre difficile conoscere il profilo sanitario.

                                                    

 

N.19 Ufficio stampa MVI    Sergio Pravettoni  sergio.pravettoni@fastwebnet.it