Con noi, per curare gli esclusi




  • HomePage
  • A Faustino Boioli Premio alla Virtù Civica
A Faustino Boioli Premio alla Virtù Civica
line
A Faustino Boioli Premio alla Virtù Civica
line

A FAUSTINO BOIOLI, FONDATORE E PRESIDENTE DI MVI, IL PREMIO

ALLA VIRTU’ CIVICA – PANETTONE D’ORO 2020

Importante riconoscimento pubblico per l’attività svolta da Medici Volontari Italiani a favore degli emarginati.  Il XXI PREMIO ALLA VIRTU’ CIVICA -  PANETTONE D’ORO 2020, promosso dal Coordinamento dei Comitati Milanesi con il patrocinio del Comune di Milano e della Città metropolitana di Milano, è stato infatti assegnato al fondatore e presidente di MVI, Faustino Boioli. Il Premio è stato consegnato da Franco Beccari, di Legambiente, con questa motivazione: “Faustino Boioli andato in pensione ha voluto dedicare la sua professionalità di medico a chi dal medico di solito non ci va proprio, perché la sua fragilità è estrema. E’ considerato il padre di tutti medici di strada, di quei volontari che tutti i giorni si mettono a disposizione degli invisibili per portare loro gratuitamente cure mediche, farmaci e, soprattutto, la loro umanità”.

La cerimonia di premiazione, che ha assegnato complessivamente 25 attestati di benemerenza a cittadini e associazioni distintisi per il loro impegno civico, ha avuto luogo il 7 febbraio all’auditorium della Triennale di Milano, particolarmente affollato per l’occasione.

Il Premio PANETTONE D’ORO nacque a metà degli anni '90. Con l’avvento della Città metropolitana si è ampliato, abbandonando il ristretto conteso cittadino per coinvolgere anche i Comuni che facevano parte della preesistente  Provincia. Il Premio è destinato a chi, con un comportamento costante nel tempo, abbia manifestato una concreta rispondenza ai principi del vivere civico. Solidarietà, attenzione al territorio e all'ambiente, rispetto reciproco, tutela dei più deboli ed emarginati, rispetto della cultura e della tradizione civica e difesa dei diritti dei cittadini sono le virtù prese in considerazione. La giuria non sceglie i premiati in base alla notorietà dell'atto compiuto o al numero di segnalazioni ricevute, ma valuta attentamente la continuità nel tempo con cui le persone segnalate “dal basso” hanno messo in pratica e aiutato a diffondere un esemplare comportamento civico.